Indietro

Cucine, mobili e arredamenti

Evoluzione di un’azienda artigianale in un mobilificio moderno

FUCECCHIO — Abbiamo visitato un’azienda mobiliera, la Riccioni Cucine, specializzata nella produzione di cucine e mobili artigianali e nella vendita di molti altri pezzi di arredamento. “Può dare una data d’inizio alla sua attività nel settore dell’arredamento?Abbiamo chiesto al titolare, Roberto Riccioni. “Si tratta di un’azienda di famiglia” ci ha risposto “è stato mio padre a dare il via a questa attività, nel 1968, aprendo una falegnameria per la produzione esclusiva di cucine a Massarella, paese della collina fucecchiese, per poi trasferire la propria attività a Fucecchio nel 1975, dove siamo oggi”. “Gli ambienti dove siamo adesso sono molto moderni: sono nuovi o solo rinnovati?” “Gran parte della struttura è stata ricostruita” risponde il titolare. “Negli anni la Riccioni Cucine si è evoluta con l’acquisto di nuovi macchinari, per cui l’attività, da artigianale si è sviluppata e si è ampliata con la costruzione di un nuovo showroom, dov’è esposta gran parte della produzione”.“A cosa si deve il fatto che abbiate iniziato a produrre e vendere non più solo cucine, ma anche mobili, camere, living?” “Intorno al 2000 è stata acquistata una macchina CNC, ossia a controllo numerico, che permette di eseguire particolari lavorazioni su misura. Questo ha dato all’azienda la possibilità di realizzare lavori più specifici e di spaziare nei campi dell’arredamento” ha detto Roberto “Ma oggi vendiamo anche molti prodotti da catalogo”.“Quale peso hanno le preferenze dei suoi clienti nel determinare la sua produzione?” “Lo stile, negli ultimi dieci anni, ha subito moltissimi cambiamenti; ed è stato proprio per rispondere alle esigenze dei clienti che abbiamo deciso di passare da uno stile solo classico a uno più moderno e dinamico”.“Oggi c’è più richiesta di oggetti prodotti da voi in legno o di quelli realizzati con i nuovi materiali?” “La richiesta, soprattutto da parte dei giovani, è rivolta a mobili e cucine in polimerico e in laminato. In realtà noi cerchiamo di creare un connubio tra funzionalità ed eleganza, con un’attenzione particolare alla qualità”.

Siete in molti nell’azienda?” “In Riccioni Cucine lavorano quattro falegnami esperti e un addetto alle vendite, tutti molto uniti. Il nostro rapporto si basa sulla reciproca fiducia e sulla comune aspirazione a svolgere al meglio il nostro lavoro”.“Una curiosità, Roberto. Posso chiederle quali compiti le affidò suo padre quando ha iniziato a lavorare con lui?” “Certamente: all’inizio mi affiancò agli abili falegnami, affinché apprendessi il mestiere e col tempo sono passato all’amministrazione, al rapporto con i clienti, con i rappresentanti e con i fornitori di oggetti che non produciamo, come i divani e le sedie”.“E’ lei che si occupa della progettazione delle cucine e dei vari oggetti d’arredamento?” Abbiamo chiesto con curiosità. “, ha risposto Roberto mostrandoci alcuni suoi disegni, “I progetti vengono realizzati tramite computer o a mano?” “Nella maggior parte dei casi i disegni sono realizzati a matita, poiché i clienti prediligono la naturalezza del disegno a mano libera, rispetto alla freddezza di quelli fatti al computer”.“Quali progetti avete per il futuro?” “Speriamo di ampliare la gamma di arredamento per venire sempre più incontro alle esigenze della clientela".

Un’esperienza davvero interessante quella nella ditta Riccioni Cucine. Un’attività che ama la qualità dei prodotti e che guarda al futuro e all’innovazione con un approccio creativo.

Elena Riccioni, 3i Liceo Economico-Sociale G.Marconi, San Miniato (PI)

Fotogallery

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it